Levico Acque. Qualità e leggerezza.

Il primo impianto di imbottigliamento dell’acqua Levico è stato messo in funzione nel 1961. Dal 2005, l’azienda è stata acquisita dalla società Emmetre srl di proprietà della famiglia Franzoni. Da allora, Levico Acque ha intrapreso un percorso di crescita, abbracciando i valori della sostenibilità e del rispetto del territorio, che l'ha portata all'attuale capacità produttiva di circa 25.000 bottiglie l’ora.

Un'azienda che non pesa sull'ambiente: dalla produzione alla distribuzione, alla recente ristrutturazione dello stabilimento secondo i più moderni criteri di eco-compatibilità, Levico ha intrapreso un percorso per diventare un’azienda a impatto zero. In particolare:

  • riduzione del 20% dell’energia utilizzata per la produzione
  • utilizzo esclusivo di fonti di energia rinnovabili
  • aumento da 20 a 200KW dell’energia fotovoltaica autoprodotta

Un'azienda che rispetta il territorio: Levico Acque trasferisce l’acqua, pura espressione del territorio, preservandone le sue naturali caratteristiche. Nel far ciò tutela concretamente il territorio trentino, rispettando l'equilibrio idrologico della fonte con una produzione che non supera il numero di bottiglie compatibili con l'effettiva emissione dell'acqua.

Un'azienda che usa materiali sostenibili: per preservare intatte la grande qualità della sua acqua e per proteggere l’ambiente, Levico utilizza esclusivamente bottiglie di vetro. Il vetro infatti è il materiale più adatto per la conservazione alimentare, è ecologico e oinfinitamente riciclabile al 100%. Inoltre Levico fa uso di imballaggi riciclabili e trasporti poco inquinanti.

Un'azienda che rispetta i consumatori e il lavoro delle persone: una struttura articolata ma dinamica, in grado di rispondere con efficienza e rapidità alle richieste del mercato e dei consumatori, cercando di dare sempre il massimo della qualità, anche per chi lavora con noi e per noi.