';

STORIA

Acqua Levico: una storia che scorre ininterrotta dal 1700.

Dalle fonti termali ai primi acquedotti di legno, l’acqua di Levico è sempre stata sinonimo di purezza e di benessere.

Leggi la nostra storia

La nostra storia

La storia di Levico Acque è fortemente legata a quella del suo territorio, la Valsugana, ricca sia di acqua ferruginosa (usata a scopi curativi nello stabilimento delle Terme), che di purissima e leggera acqua minerale naturale, proveniente da una fonte diversa da quella termale, che è ancora quella che oggi viene imbottigliata come Acqua Levico.

Le conoscenze sulle proprietà terapeutiche delle acque termali di Vetriolo sono note dal medioevo. Sono menzionate nel 1673 da Michelangelo Mariani nella sua storia del Concilio di Trento, e già dal 1700 diventano oggetto di pubblicazioni scientifiche.
Nel 1778 la zona di Levico fu ceduta alla casa regnante Austriaca e nel 1779 l’imperatrice Maria Teresa prese possesso della città. Nel 1860 venne costituita una “Società balneare” per le cure termali e si costruirono i primi stabilimenti termali. Di lì l’acqua venne portata a valle fu costruito lo Stabilimento Vecchio a Levico, poi distrutto e successivamente ricostruito ed ampliato.

Fotografia storica dello stabilimento di Acqua Levico

Dopo il secondo conflitto mondiale si verificò una notevole espansione urbanistica anche in relazione allo sviluppo delle Terme che passarono dallo Stato alla Regione, che costruì il nuovo Palazzo termale al posto del distrutto Albergo Regina. Lo Stabilimento Vecchio venne quindi esclusivamente dedicato all’imbottigliamento della sola acqua minerale naturale Levico Casara (dal 2013 denominata solo acqua Levico) ed è entrato in funzione nel 1961.

Nel 2005 l’azienda è stata acquisita dalla società Emmetre srl di proprietà della famiglia Franzoni. Da allora, Levico Acque ha intrapreso un percorso di crescita, abbracciando i valori della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente, che l’ha portata all’attuale capacità produttiva di circa 25.000 bottiglie l’ora, e ad una notorietà di cui beneficia anche il suo territorio.

Vecchio packaging di acqua minerale Levico

La nostra sede: un segno forte, un’impronta leggera.

Scopri la nostra sede

Acqua Levico, con soli 38 milligrammi di residuo fisso, è una delle acque più leggere d’Europa. Questa sua caratteristica unica ci ha guidato in tutte le decisioni prese per preservare e amplificare il valore della leggerezza.

Una leggerezza che fosse tale anche per l’ambiente, sinonimo di sostenibilità. Questo valore si esprime a partire dal processo di raccolta e di imbottigliamento, e si conclude con l’uso esclusivo di bottiglie in vetro.

Per questo motivo abbiamo preferito ristrutturare l’antico stabilimento di Levico Acque, invece di costruirne uno nuovo: il suo nucleo storico originale risale al 1900 ed era diventato ormai parte integrante del paesaggio. In questo contesto leggerezza ha significato minimizzare l’impatto sul territorio.

I consumi sono stati ridotti grazie all’utilizzo di impianti altamente efficienti e di soluzioni architettoniche in grado di minimizzare l’energia necessaria per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo. La copertura originale in amianto è stata sostituita da pannelli fotovoltaici in grado di garantire circa il 50% del fabbisogno energetico.

Sul fronte produttivo vero e proprio – imbottigliamento – si è lavorato sul recupero delle acque di lavaggio delle bottiglie, che diventano fonte di riscaldamento in inverno, e sull’ottimizzazione del ciclo di lavaggio del vetro.

Questo sforzo ha permesso di raggiungere la classe energetica A, la certificazione LEED 2009 ITALIA NC (edificio altamente ecocompatibile e energicamente autosufficiente) e la certificazione di riduzione delle emissioni di gas serra e conseguente compensazione, che ha reso Levico Acque la prima azienda nel settore certificata ad Impatto zero già dal 2014.

  • Esterni dello stabilimento di acqua Levico
  • Esterni dello stabilimento di acqua Levico
  • Esterni dello stabilimento di acqua Levico
  • Interni dello stabilimento di acqua Levico

Il Trentino è una delle regioni italiane più all’avanguardia sul tema delle energie rinnovabili e del rispetto dell’ambiente.

Conosci il nostro territorio?

Il Trentino

Il Trentino-Alto Adige è la regione italiana più al nord ed è pressoché completamente montuosa. Le sue montagne si innalzano fino a 2700–3900 m. È una delle regioni meno densamente popolate d’Italia. Tutta la regione è ricchissima di boschi di conifere e faggi, ruscelli e fiori, mentre in altri tratti sono presenti numerosi prati e pascoli in cui vi è un’altissima percentuale di specie alpine di erbe e funghi.
Nel settore agricolo viene praticata diffusamente la coltivazione di mele. Anche la viticoltura è sviluppata in tutta la regione e produce vini di qualità. Grande importanza riveste il turismo, sia invernale che estivo. Le imprese sono attive nei settori tessile, edilizio, della meccanica, del legno e della carta. L’abbondanza di acqua e la conformazione del territorio favoriscono la produzione di energia idroelettrica.

Cascata immersa nella natura del Trentino Alto Adige

Il Trentino-Alto Adige è inoltre una delle regioni italiane più all’avanguardia per quanto riguarda l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili ed è una delle prime produttrici di impianti eolici, fotovoltaici e solari.
La costante attenzione all’ambiente e le politiche di ecosostenibilità che caratterizzano il nostro territorio sono le stesse che Levico Acque adotta ogni giorno nel suo lavoro.
Leggerezza e sostenibilità ci hanno guidato nel rinnovo della nostra sede in ottica impatto zero, nella scelta del vetro a rendere.

Levico Terme

Rara città sull’acqua di stampo settecentesco, Levico Terme è una stazione termale famosa nel mondo. I benefici e naturali effetti dell’Acqua Forte di Levico Terme sono noti da centinaia di anni. Presso le Terme si curano “naturalmente” le affezioni legate allo stress e all’ansia, problematiche ginecologiche e artroreumatiche, oltre alle malattie delle vie respiratorie e alle malattie dermatologiche.

Esterni delle Terme di Levico

Ma Levico non è solo luogo di cure termali. Grazi ai vicini laghi di Levico e di Caldonazzo ed alle vette del Lagorai ed agli altipiani, è una delle destinazioni più interessanti del Trentino. Il Lago di Levico è il secondo lago più esteso della Valsugana e, insieme al Lago di Caldonazzo, è tra i laghi più caldi del Sud Europa. Nell’anno 2013 il Lago di Levico ha ottenuto il prestigioso riconoscimento internazionale Bandiera Blu della FEE (Foundation for Environmental Education), grazie alle limpide acque, alla spiaggia e alle politiche di gestione turistico-ambientali ecosostenibili di questa risorsa da parte del comune di Levico Terme. Le sponde del Lago di Levico sono per lo più caratterizzate dal verde dei boschi, dove si possono fare numerose passeggiate, tra cui la suggestiva Via dei Pescatori.

Veduta del Lago di Levico in Trentino Alto Adige

La catena montuosa del Lagorai separa la Val di Fiemme dalla Valsugana. La montagna qui offre un ambiente incontaminato, appena sfiorato dalla mano dell’uomo. Fra questi pendii si pratica sci di fondo, ma anche trekking. I laghi di Caldonazzo e di Levico offrono tranquillità e riposo, ma anche sport e divertimento. Altrettanto belli i laghetti di origine glaciale e i corsi d’acqua che attirano gli escursionisti alpini a una maggiore altitudine.

 

Luoghi di interesse

Valsugana
www.visitvalsugana.it
Terme di Levico
www.termedilevico.it
Arte Sella
www.artesella.it
MUSE – Museo delle Scienze di Trento e Rovereto
www.muse.it
MART – museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto
www.mart.trento.it

Vuoi sapere dove trovare acqua Levico?
Clicca qui oppure chiama il numero verde 800-259811